L’ Italia di domani… svegliarsi senza benzina, cibo, soccorsi…

2 Comments

Una mattina diversa dalle altre, vi alzate di buon ora per andare a fare la spesa; forse è rimasto qualche confezione di surgelato; il pane ormai è finito da un pezzo, le verdure totalmente esaurite, è rimasta qualche confezione di biscotti e un pò di latte a lunga conservazione; tutte scorte razionate; potete prenderne solo una bottiglia al giorno e ve la dovete far bastare….  scene da guerra civile; la carestia si abbatte sul popolo italiano; e non è puro allarmismo; sono intenzioni…. la rivolta dei tir che si è ormai diramata in tutta Italia, si prefigge come scopo l’ esaurimento totale delle scorte alimentari e intende prendere per la gola il nostro paese; e se nelle città periferiche come Viareggio già si vedono code chilometriche per fare rifornimento di carburante, nella capitale i mercati ortofrutticoli sono già bloccati; la colpa è del governo della sua politica ingiusta; come in Grecia dicono molti. In un paese in cui c’ è la rivolta dei tir più del 90 % della nostra merce di consumo viaggia su gomma; detto fatto quindi che bloccate le principali arterie di Italia i supermercati restano a secco; e dopo questa fase finirà la benzina; pochi mezzi di soccorso viaggiano con l’ elettricità; la dipendenza dal petrolio si paga cara in casi come questi; quando il vostro vicino affamato sfonderà la vostra porta alla ricerca di viveri non potrete chiamare nessuno; perchè nessuno… polizia, vigili del fuoco, ambulanze potrà muoversi senza il prezioso carburante. La protesta promettono durerà fino a Venerdì; e se dovesse prolungarsi? Nel tempo di due settimane ci sarebbero scene da guerra civile
scaffali vuoti

CarrierIQ – Scandalo 150 milioni di telefoni spia

1 Comment

Siamo sotto natale, è tempo di compere, di acquisti importanti, è il momento di spendere i quattrini; è il momento di capire cosa le persone vogliono… è il momento di spiare tutto delle lori vite, i loro gusti, le loro abitudini, a qualsiasi costo o meglio a qualsiasi software

Il Software di cui stiamo parlando si chiama CarrierIQ; e il suo scopo è come detto di effettuare registrazioni allo scopo di “migliorare la qualità del servizio” da parte degli operatori telefonici. Al momento sembra che siano più di 150 milioni gli smartphone coinvolti, può raccogliere una enorme quantità di informazioni, dai siti visitati alle applicazioni scaricate sino alle lettere digitate nella composizione degli SMS e chi ne ha più ne metta

Un vero e proprio “rootkit” che raccoglie dati all’ insaputa degli utenti; e fra le aziende c’ è chi già fà le sue smentite, per ora si sà che i coinvolti potrebbero essere Android e Iphone; anche Nokia e RIM negano ogni possibile coinvolgimento nella vicenda, e la magistratura stà già indagando a riguardo, una cosa è certa, la privacy nel mondo tecnologico è ormai un ricordo lontano, e intanto sul sito di CarrierIQ cresce un contatore con il numero degli smartphone orgogliosamente spiati
CarrierIQ

immagine tratta da ZeusNews

Lulzec – Attacco a 18 Università Italiane

3 Comments

Si rivela più vulnerabile del previsto il sistema accademico italiano, 18 i sistemi informatici attaccati dal noto team di sicurezza Lulzec.

A finire nel mirino i dati degli account di posta elettronica, di studenti, ricercatori, docenti e personale amministrativo, ovviamente ciò non bastava per generare panico…

I dati sono in rete e chiunque può scaricarli tramite Torrent, l’ attacco è stato a scopo dimostrativo… anche se c’ è un chiaro invito (da seguire direi alla lettera) a cambiare password, per chi si intende di inglese, in fondo all’ articolo il loro comunicato

Sembra più che altro scandaloso che questi dati non siano stati crittografati, colpiti più che altro i docenti… l’ elenco delle varie università e domini coinvolti:

  • unisi.it
  • unisa.it
  • uniroma1.it
  • anotonianum.eu
  • econoca.it
  • uniba.it
  • unibocconi.it
  • unifg.it
  • unime.it
  • unimib.it
  • uniurb.it
  • unibo.it
  • unipv.it
  • unina2.it
  • unile.it
  • polimi.it
  • unito.it
  • unimo.it

Today is a great day for us all, and a very bad one for italian universities.
Their sites are full of weaknesses. Some of them even think being secure,
so they don’t mind hashing their passwordz.
And you, Italian people, are giving all your data to idiots like these?
Is it a joke?
Change your passwordz, guys.
Change your concept of security, universities.
We could have leaked much more.
We could have destroyed your db and your network.
Were you ready for this?

lulzsec

Anonymous attaccano Berlusconi

No Comments

Gli Anonymous sono tornati, più feroci che mai, un obiettivo comune 4 portali web, tutti riconducibili alla propaganda verso il presidente del consiglio, fra gli obbiettivi sfondati: Governo Berlusconi, Forza Silvio e Silvio Berlusconi Fan Club e il sito ufficiale del Pdl

Il sito del Governo rimane tuttora inaccessibile; l’ attacco che parte dal famoso collettivo di cyber-activisti rivendica la libertà d’ informazione in questo paese e un autentico uso della giustizia per tutti, qui il testo del comunicato

Anonymous ha deciso di attaccare nuovamente simbolicamente il Governo italiano e lo fa colpendo il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e il suo partito.

I cittadini sono stufi delle sue promesse mai mantenute, del baratro nel quale il suo malgoverno ha fatto sprogondare l’Italia, dell’incolmabile distanza tra la politica dell’interesse del suo interesse, e i bisogni dei cittadini.

Le sue gaffes, la sua bramosia di potere e controllo su ogni mezzo di informazione, la continua ricerca di nuovi modi per modificare la legge a suo piacimento, per i propri interessi o per eluderla, evitando i suoi processi, hanno contribuito a a renderci agli occhi di tutto il mondo un paese ignorante e inaffidabile, capace di accettare qualisasi cosa, come se avessimo perso anche la capacità di indignarci.

Difendiamo l’autonomia del potere giudiziario, difendiamo la separazione dei poterei, propri di ogni stato liberale, di ogni democrazia che vuole continuare a chiamarsi tale.

Mentre davanti a Montecitorio i precari lanciano libri e organizzano un presidio permanente in attesa della fiducia al Governo, noi questo Governo lo abbiamo già virtualmente sfiduciato.

Siamo stanchi, il popolo è stanco, ora che Berlusconi si faccia da parte e che il nostro paese si rialzi dignitosamente. Come ogni volta, Anonymous chiede aiuto al popolo, a tutto il popolo, aiutateci, aiutateci a creare un’Italia migliore, insieme possiamo cambiare le cose“.

hacker attaccano berlusconi

Una camera piena di…. Computer!!

No Comments

Ci sono tantissimi modi per riciclare l’ hardware di un pc diventato troppo vecchio o addirittura non funzionante, ma il modo scelto da Marek Tomasik è sicuramente stravagante.

Dopo aver collezionato per 3 anni avanzi di computer, ha decorato la sua stanza di circa 25 metri quadri con vari componenti elettronici, c’ è da sperare che quei computer non siano stati tutti suoi, un opera d’ arte che vale la pena di vedere, per chi fosse impossibilitato a recarsi in Polonia è anche disponibile il sito con navigazione virtuale

computer

La moneta da 5 € con tanto di QR Code

1 Comment

E’ della Zecca Olandese l’ idea di mettere un QR code su una moneta commemorativa, o meglio su due, entrambe commemorano e festeggiano i 100 anni della rinomata zecca reale olandese, si tratta della moneta da 10 € in oro, e da quella da 5 € in argento, entrambe dotate di un QR code, che se seguito porterà a un sito con una “sorpresa”. Una chicca per tutti i collezionisti, e amanti della numinastica
moneta da 5 euro

Firefox 5 – Pronto per il Download

No Comments

Mozilla si è davvero messa d’ impegno per il suo progetto di sviluppo accellerato, dopo Firefox 4, mantendendo le sue promesse ieri ha rilasciato per il download la nuova versione, Firefox 5… anche se in realtà i download FTP erano già attivi dal 20 Giugno

Dal punto di vista niente sembra essere cambiato fra le 2 versioni, i miglioramenti si celano al livello del codice, il browser risulta leggermente più veloce, e sopratutto meno affamato di memoria
Supporta inoltre le animazioni via CSS e in maniera più ampia HTML 5, offrendo prestazioni migliori con il canvas e estendendo il supporto a TML 5, XHR, MathML e SMIL. E ha un motore Javascript decisamente più efficente del predecessore…

Chiunque sia già in possesso di Firefox 4, farebbe bene ad aggiornarlo alla nuova versione, ne varrà sicuramente la pena

firefox 5

Rivoluzione Web – Nascono i domini .qualunque

1 Comment

Rivoluzione nel mondo del web per l’ ultimo annuncio dell’ ICANN l’ ente che si occupa del controllo dei domini in internet

Nascono i domini .qualunque, cioè verrà data a partire dal 2012 la possibilità di registrare domini con suffisso finale a scelta, per tutelare il marchio di un azienda ad esempio, ancora non è dato sapere con quali limitazioni sarà possibile, ma è certo che nel futuro potremo visitare siti del tipo iphone.apple oppure email.yahoo o ancora bacheca.facebook.

Il servizio è garantito alle aziende in quanto i prezzi sono non proprio accessibili…. occore versare una tantum di 185 mila dollari e un pagamento annuale di 25 mila dollari, cifra accessibili però per i grandi brand

Gli utenti dovranno imparare a riconoscere i siti, rispetto ai tradizionali .it o .org la questione è molto differente
domini .qualunque

PDL: “La sinistra vince sul web perchè il suo popolo non fà un cazzo”

1 Comment

E’ l’ affermazione di Stracquadanio, che stà già facendo il giro della rete, di quelle persone che alle 11 di mattina come me non fanno un cazzo perchè non hanno un lavoro…

Qui il link del video… l’ intera vicenda si commenta da sola, dico solo che è una vergogna che un giornalista, seppur PDL non riconosca le potenzialità della rete internet e si abbassi a simili offese

Facebook riconosce il vostro viso – Disabilitare la funzione AutoTag[Mini-Guida]

No Comments

La funzione di riconoscimento facciale, (o che dir si voglia auto-tag) come ogni altra funzione integrata in Facebook, da un lato affascina e aiuta a godere a pieno dell’ esperienza nel social-network, dall’ altro lato espone a ovvi rischi per la privacy.

Già da tempo annunciata è stata inserita una funzione che permette una volta caricato un album di suggerire all’ utente i tag degli amici fotografati; Facebook riconosce tramite un algoritmo chi si trova nella foto, e ve lo suggerisce stà a voi confermare se l’ algoritmo c’ ha indovinato o meno.

Chi è preoccupato della propria privacy,può disabilitare la funzione, che per dovere di cronaca è già abilitata di default

Account -> Impostazioni Privacy -> Elementi Condivisi da Altri -> Suggerisci agli amici foto in cui ci sono io

Come si vede comunque nell’ immagine, Facebook garantisce in ogni caso che solo gli  amici possono taggare qualcuno nelle foto, che il “tagging” viene notificato all’ utente interessato e può essere rimosso
Facebook - riconoscimento facciale

Scopri chi ti ha rimosso dagli amici di Face con “UnFriend”

No Comments

Il funzionamento di questo script è semplice, viene memorizzata la nostra lista di amici e a ogni accesso viene fatto un controllo… se ne manca qualcuno lo script ci avvisa se non siamo più amici di quel contatto, ciò può succedere se quel contatto ci ha bloccato, ci ha tolto appunto l’ amicizia oppure semplicemente ha disattivato il suo profilo.

L’applicazione UnFriend ha riscosso un enorme successo, tanto che è stata scaricata dapiù di 42 milioni di persone, che altro dire.. se volete provarla ecco il link

unfriend

Ennesimo attacco Hacker – La credibilità di Sony è sotto zero

1 Comment

Porta la data del 2 Giugno, festa nazionale, l’ azione di un gruppo di Hacker romani contro la piattaforma SonyPictures dalla quale sono stati rubati più di un milione di dati personali, ivi comprese date di nascita, indirizzi fisici e di posta elettronica e chissà quali altre informazioni.

La notizia nonostante sia in territorio nostrano viene dalla BBC, il gruppo di attivisti si fà chiamare Lulz Security
“Ci siamo introdotti recentemente nel sito della SonyPictures.com e abbiamo fatto man bassa di più di un milione di dati personali dei suoi utenti, tra cui parole chiave, indirizzi di posta elettronica e date di nascita”

Ancora la notizia non è stata smentita o confermata da Sony, ma una cosa è sicura negli ultimi tempi la credibilità di Sony ha subito duri colpi, la scarsa attenzione per i dati personali dei suoi utenti, e la loro disorganizzazione nell’ affrontare minacce informatiche potrebbero far perdere sempre più clienti all’ azienda, ed escluderla piano piano dal mercato dei videogiochi, almeno quelli on-line

 

sony psn

Facebook – Tutti gli Emoticon della chat

3 Comments

Qui per voi la lista completa delle emoticon di Facebook, da inserire direttamente nella chat, l’ immagine è intuitiva, sotto ogni emoticon c’ è la stringa da scrivere.

Interessante la faccina di Chris Putman, noto sviluppatore di Facebook

Facebook emoticon

Lockheed Martin, attacco informatico. Il Pentagono: “Useremo armi reali”

No Comments

Una settimana di fuoco quella che ha visto protagonista l’ intelligence americana e la fornitura d’ armi per le varie guerre a stelle e strisce.

Ed è toccato pure alla Lockheed Martin, il principale contractor o che si dica fornitore di armi statunitensi. Il potere di Internet spesso sottovalutato ha reso possibile quest’ intrusione da parte di gente che sicuramente, è del mestiere ed è riconducibile a un governo o un organizzazione terroristica

Nei server dei contractor sono celati i segreti delle armi usate dall’esercito Usa. Una fuga di dati rischia di compromettere la sicurezza e l’efficienza dei soldati americani. Per questo motivo, il Pentagono ha deciso di aggiornare le regole della guerra. Un cyber attacco condotto da un’altra nazione d’ora in poi sarà considerato un atto di guerra. “Una decisione – scrive il Wall Street Journal – che dà la possibilità agli Usa di rispondere usando l’esercito”.

Il problema degli attacchi cybernetici finora forse sottovalutato stà prendendo piede, e in paesi fortemente industrializzati è possibile persino attaccare la fornitura di rete elettrica; e l’ America comincia a temere per la propria supremazia militare