Archive for marzo, 2009

Fork Bomb – Ovvero come divertirsi male

33 Comments

Cos’ è la bomba Fork?

E’ uno dei più semplici attacchi Denial Of Service a livello locale, cioè recandosi sul posto per sferrarlo; ma nonostante ciò è un meccanismo da non sottovalutare, anche perchè nonostante sia un attacco abbastanza vecchio e come avrete modo di vedere semplicissimo da attuare, riesce con poco codice a mandare in tilt il sistema operativo.

Sui sistemi Linux è difficile rimediare a una bomba fork senza dover riavviare, sui sistemi Windows a meno che non siano corettamente configurati per tale evenienza è addirittura impossibile.

Come funziona?

La bomba fork è un processo, che manda in esecuzione un altro processo uguale a se stesso, usando un meccanismo ricorsivo riesce ad aprire un grande numero di processi bomba e a saturare completamente la tabella dei processi. Si basa sul fatto che il numero dei processi che possono essere eseguiti su un computer ha un limite ben definito. Quindi una volta attivata una bomba Fork non è + possibile avviare un nuovo processo

“Programmazione” di una Fork su XP

Semplicissimo, oserei dire banale… Apriamo il blocco note, definiamo un punto “s” su cui ritornare ricorsivamente, definiamo l’ istruzione per rilanciare il processo, e successivamente diciamo alla funzione di ritornare indietro a “s”… ciò che ne esce è un ciclo senza fine che si lancia ricorsivamente.. fino a creare un DOS (Denial Of Service) nella nostra macchina. Dopo di che salviamo tutto con estensione .bat e siamo pronti a eseguire la bomba

http://navigatranqui.altervista.org/img/fork.JPG

Nel caso non si leggesse il codice.. eccolo:

:s

start %0

goto s

Adesso chiunque è pronto a lanciare bombe fork sul proprio sistema, per lamerare un pochino in un noiosissimo Sabato pomeriggio

Piccoli Traguardi

Commenti disabilitati su Piccoli Traguardi

Di sicuro piccoli… ma ottenuti con grande soddisfazione, alzo un calice virtuale a tutti i miei lettori, per le 2000 visite raggiunte 🙂
Considerando che uniche saranno al massimo la metà… è comunque un buon risultato in 6 mesi… ho ancora molto da lavorare ma ho avuto un piccolo premio..

la presenza dei lettori per un blogger è la cosa più importante, sempre

Per questo vi auguro una buona lettura!!

Infojobs e le sue pubblicità satiriche

35 Comments

Divertente, accattivante e allo stesso tempo satirica… prima di tutto verso il mondo della politica; ma ritorna la velata polemica anche contro le gerarchie ecclesiastiche… che dire questa pubblicità del motore di ricerca per il lavoro “InfoJobs” quasi si commenta da sola…

Posto qui l’ immagine… dato che non è mia intenzione fare pubblicità a questo motore di ricerca mi risparmio il link… se siete interessati a conoscerlo, vi invito a cercarlo su Google per conto vostro 😉

All’ asta cimeli nazisti su Internet – Scandaloso

Commenti disabilitati su All’ asta cimeli nazisti su Internet – Scandaloso

Devo guadagnarmi da vivere e questo è il modo in cui ho deciso di farlo. Ci sono molte persone ricche, soprattutto in America che, sono sicuro, saranno disposte a pagare molto per questi oggetti

Sono queste le giustificazioni di David Irving, noto storico negazionista (che rifiuta cioè l’ esistenza dell’ olocausto); già noto per il suo appoggio al partito nazista.

Evidentemente i suoi libri non riscuotono molto successo, e quindi ha trovato un attività più redditizia… ma lascerei l’ ironia lontano da questo articolo, poichè si tratta di un vero e proprio scandalo

Irving ha difatti aperto un sito, denominato dalla stampa “Nazi-ebay” nel quale sono in vendita cimeli appartenuti al Furer e alla moglie, fra cui anche una ciocca di capelli (130000 sterline) e frammenti ossei del dittatore.

Fà particolarmente ribrezzo il fatto che vengano venduti pezzi di corpo, nel tentativo pare di glorificare il grande dittatore.

E purtroppo sicuramente su una cosa Irving ha ragione, ci sarà sicuramente qualcuno che questi oggetti li compra, e intanto in Gran Bretagna (in Austria non è legale fare cose del genere) scoppia la polemica.

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/0/0e/David_Irving.jpg/200px-David_Irving.jpg

Facebook e… Guerra di bande!

27 Comments

Ormai mi ci stò appassionando, nonostante l’ architettura di gioco sia semplice, è un bel modo per passare il tempo.  Guerra di bande è un gioco con ambientazione criminale, in cui i principali scopi sono diventare più forti dal punto di vista militare, ma anche guadagnare più soldi possibili con i territori e i combattimenti. Particolarmente interessante è la possibilità di costruirsi una banda, una specie di alleanza, in cui potrete invitare anche perfetti sconosciuti, e conoscere gente nuova.

La schermata di gioco si presenta come vedrete fra poco, la struttura è semplice ma allo stesso tempo con uno schema di colori accattivante. Passiamo a descrivere brevemente i varii parametri che si trovano nel profilo del nostro personaggio:

http://navigatranqui.altervista.org/img/profilo.JPG

Livello: indica il nostro progresso nel gioco e allo stesso tempo ci fornisce un indicazione approssimativa della nostra potenza sul campo, il livello massimo per ora raggiunto dal primo in classifica è 72; di preciso non ci è dato sapere quanti siano. Il livello è anche importante dal punto di vista dei combattimenti, possiamo combattere infatti solo con persone che si avvicinano al nostro stesso livello…

Condizione: Qui non c’ è molto da dire… ne esistono principalmente 3: In salute , Leggermente Ferito, Gravemente Ferito. Solo l ‘ultima è veramente importante, poichè non ci permette di attaccare ma allo stesso tempo ci potregge dagli attacchi. Esiste anche il Coma, ma non sò dire di preciso come funzioni

Salute: Anche qui la cosa è intuitiva

Resistenza: Indica quanti combattimenti possiamo affrontare nel ruolo di attaccante, nel mio caso posso fare 8 combattimenti fino a che non si ricarica

Energia: Serve solo per le missioni, un energia più alta si ricarica durante il tempo in cui non giochiamo, e al nostro ritorno avremo più possibilità di incasso svolgendo più missioni, non è la mia tattica di gioco però

Questa sopra è invece la schermata principale di gioco, anche qui una breve guida su cosa è possibile farci

Missioni: Di sicuro non si conquista il mondo.. com’ è scritto; però è un bel modo per guadagnare soldi senza perdere salute, l’ unico costo è in termini di energia

Territorio: Sono importanti per guadagnare una grande quantità di contanti, una specie di rendita, un giocatore con + territori guadagna più soldi all’ ora, immagino che poi con il tempo sarà pure noioso questo aspetto del gioco

Combatti: Finalmente la parte interessante, attaccare gli altri giocatori, molte volte non guadagni niente, apparte i punti esperienza che servono per crescere di livello, se attacchi in orari insoliti puoi ricavare anche molti milioni

Equipaggiamento: Un buon equipaggiamento è indispensabile per uscire vincitori da un combattimento, infatti le diverse armi e mezzi di trasporto aumentano i valori di attacco e difesa

Banca: Permette di mettere al sicuro i soldi, si frega però il 10% ad ogni deposito

Banda: Importantissima per i combattimenti di gruppo, numero di componenti e livello medio in una banda possono cambiare l’ esito di una battaglia magari già persa in partenza