Archive for dicembre, 2009

Navigatranqui inaugura la sua pagina Fan

32 Comments

Tante volte ho parlato in questo blog anche di visibilità e di tattiche SEO per aumentare i visitatori e racimolare quanti più possibili lettori attivi; non ho mai pensato però alle opportunità che ogni giorno offre Facebook; ero scettico e mi dimenticavo una regola fondamentale; possiamo fare tutto il possibile per ottenere visibilità da Google e attirare lettori, ma sono lettori sporadici… che arrivano da noi solo per caso

Invece Facebook con i suoi riquadri permette di calarci veramente nei panni del blogger, permette quell’ iterazione semplice fra lettori e autori… è un errore enorme sottovalutarlo..

Per questo vi invito a diventare fan del mio blog, e a segnalarmi le vostre pagine così che io possa ricambiare il favore 🙂

Buon natale ai blogger!! Giornalisti liberi

Commenti disabilitati su Buon natale ai blogger!! Giornalisti liberi

Anche se il mio è un blogger puramente a livello tecnico desidero fare gli auguri a tutto il mondo dei blogger in particolare a chi scrive articoli di cronaca e politica.. nonchè a chi come me nutre una grande passione per l’ informatica.

Ringrazio inoltre il Bloggatore per il servizio che offre a tutti noi nel raggruppare gli articoli; gran parte del mio traffico viene dal loro sito e auguro al team tecnico anche se non ho idea di chi sia 🙂 di passare buone feste

Tanti auguri ai blogger di Diritto alla Rete che si battono ogni giorno per la libertà d’ informazione minacciata dagli abusi di questo governo

Tanti auguri ai miei pochissimi lettori, mi piacerebbe che commentaste un pò di più ma anche il sentirmi osservato mi fà piacere 🙂

Con il migliore augurio a tutti blogger e non di passare buone feste vi lascio per un paio di giorni.. ci rivediamo nel 2010 (anche se un post di intermezzo lo farei volentieri vedremo se mi riuscirà)

Giacomo

Combattere il Grande Fratello

49 Comments

Qualcuno sicuramente conoscerà lo scrittore George Orwell, autore della “Fattoria degli animali” e del bellissimo romanzo 1984

Grande Fratello

In quest’ ultimo libro, il migliore a mio parere del genere, si parla di una società tenuta sotto dittatura in cui tutti i cittadini sono controllati dal Grande Fratello che ovviamente ve lo dico subito non c’ entra niente con la boiata che vedete sulle reti Mediaset; però chi conosce il programma può capire sicuramente meglio l’ analogia televisiva.

Nel libro tutte le persone appunto sono controllate da Telecamere/Televisioni che sparano propaganda politica e controllano 24 ore su 24 l’ interà società

Tramaci si pone un obbiettivo interessante e chiede aiuto alla rete, vede nelle telecamere di sicurezza installate a giro per il mondo una violazione alla Privacy non indifferente e chiede a chiunque di segnalarle..

Il progetto è rivolto a tutte le città italiane e in particolare alle telecamere abusive.. cioè a quelle non segnalate, progetto molto interessante poichè permetterà a chiunque anche a chi non ha conoscenze informatiche particolari di segnalare la posizione di dispositivi di videosorveglianza.

Vi consiglio per ogni informazione di visionare il sito di Tramaci.. presto inizierò a segnalare pure io le telecamere.. comprese quelle abusive nella città di Viareggio 🙂

Defacciare gruppi su Facebook – Un gioco da ragazzi

43 Comments

A seguito dei deface di molti gruppi su Facebook, gruppi che adesso inneggiano a Silvio Berlusconi.. molta gente ha parlato di “Hacker”; evidenziando come al solito l’ uso scorretto del termine… gli Hacker fanno cose intelligenti… non fanno queste stronzate.. dopo aver letto questa piccola guida capirete che defacciare i gruppi di Facebook è semplicissimo.

Una falla già segnalata intorno al 10 di Novembre e tutt’ ora attiva permette a qualsiasi utente di diventare amministratore di un gruppo senza amministratori.

Ma non si tratta propriamente di una falla ma di una caratteristica di Facebook, in quanto un gruppo senza amministratori è un gruppo abbandonato a se stesso secondo la società 🙂

Come si trovano questi gruppi?? Come si trova qualsiasi cosa su Internet… con Google, molti defacer (termine usato per indicare chi defaccia siti internet) usano proprio il famoso motore di ricerca di Big G per trovare le vulnerabilità… basterà ricercare la frase “Questo gruppo non ha più amministratori!” oppure “There are no admins left in this group!” e per ottimizzare la ricerca puntare al sito di Facebook.com

Qui i link per trovare i siti vulnerabili 😉

VERSIONE INTERNAZIONALE

VERSIONE ITALIANA

E si cari miei… è importante che voi scegliate bene il vostro range… se volete un pubblico Internazionale o un pubblico Italiano, se volete pubblicizzare un partito politico a voi caro (o se siete pagati per farlo) vi suggerisco la seconda impostazione

Se invece vi manda la Coca-Cola dovreste usare la prima…

Vi accorgerete subito di una cosa, non subito è possibile diventare amministratore… basta che voi andiate ogni tanto (ma anche spesso) a controllare la disponibilità.. oppure creare un programma che lo faccia per voi… una banale interrogazione al Database e ogni vostro dubbio sarà chiarito 🙂 se siete Noobies (cioè novizi nell’ arte) vi suggerisco di farlo manualmente.

Una volta diventati amministratori potrete modificare il gruppo a vostro piacimento…

Esistono inoltre note reti Underground in cui i gruppi possono essere ceduti in cambio di denaro, ovviamente più il gruppo è numeroso e più l’ operazione è costosa

Spero che questa guida non abbia offeso i puristi del buon costume.. è fatta solo per evidenziare quanto un sistema come Facebook di cui la gente si fida forse troppo abbia grandi buchi di sicurezza al suo interno..

Preciso che quest’ articolo non inneggia al deface dei gruppi.. anche se in questo caso.. visto che non si verifica nessuna forzatura del sistema informatico non dovrebbe nemmeno essere considerato reato

VERIFICATE PERIODICAMENTE LA VOSTRA ISCRIZIONE A GRUPPI PER EVITARE SORPRESE

Il Ballot Screen di Microsoft

40 Comments

Per quanto mi riguarda la ritengo una cosa inutile… insomma ogni utente medio sà quale browser prendere e come eventualmente cambiarlo..

Ma l’ Unione Europea non la pensa così e Microsoft non vuole andare incontro a nuove sanzioni Anti-Trust..

Per questo da Marzo 2010 su ogni sistema operativo non solo l’ utente potrà scegliere autonomamente il suo Browser ma addirittura l’ ordine in cui i browser saranno proposti sarà completamente casuale…

E il Browser di partenza per scegliere il browser (scusate il gioco di parole) non sarà Internet Explorer ma un applicazione creata ad hoc giusto per lo scopo

L’ ordine sarà casuale per non influenzare minimamente l’ utente.. bisogna dire però che almeno per ora su Windows ci sono dei componenti di Internet Explorer che servono per far funzionare il sistema, quindi per ora la sua rimozione è impossibile.

Possibile che Google Chrome grazie all’ associazione con il motore di ricerca che gli utenti conoscono ottenga più utenti

Cina – Scacco Matto – Vietati i siti personali

48 Comments

Nella storia ogni tipo di dittatura è sempre stata favorita dal controllo della Stampa; mezzo fondamentale per controllare i cittadini.

Già da tempo la Cina è famosa per la sua dittatura che riguarda anche gli aspetti telematici; Internet è controllato da oggi ancora di più.. arriva dal governo cinese la ciliegina sulla torta..

D’ ora in avanti è Vietato Aprire Siti Personali Non Autorizzati

La motivazione è stupida.. la lotta alla pornografia, ma qui si parla di ben altro.. il controllo totale dei cittadini, la muraglia di fuoco si fà più alta, adesso solo aziende potranno avere i propri domini Internet, e quelli già esistenti saranno sottoposti interamente a revisioni o blocchi.

La macchina Informatica cinese e la censura di ogni contenuto fanno paura

Definizione Muraglia di fuoco

Il “muro di fuoco” così è ufficialmente chiamato, è l’equivalente digitale della Grande Muraglia cinese, e  ha il compito di tenere il ciberspazio cinese libero da fattori inquinanti semplicemente chiedendo ai provider di bloccare l’accesso a siti stranieri che secondo alcune autorità cinesi sono definiti discutibili…

muraglia di fuoco

Google censura le immagini di Silvio?

Commenti disabilitati su Google censura le immagini di Silvio?

C’ è allarmismo fra utenti ed esperti informatici su un possibile collegamento fra Google e l’ attuale presidente del Consiglio riguardo all’ aggressione che quest’ ultimo ha subito pochi giorni fà.

Silvio Berlusconi insanguinato

Utilizzando il servizio di ricerca immagini di Google non si troverebbero infatti immagini riguardanti l’ aggressione; però cercando le notizie queste compaiono normalmente nel motore (bisogna pure tener conto degli enormi contenuti Splog che non compariranno poichè semplicemente copiano i contenuti da altri)

Google Italia prontamente si difende, e lascia intendere che le immagini semplicemente non c’ erano nemmeno prima.. e devono essere ancora indirizzate dal motore… spiegazione che per chi se ne intende un attimo di SEO è completamente plausibile..

“Google dà una grande importanza all’imparzialità dei propri risultati di ricerca” ha spiegato ancora il motore più usato; Non censuriamo né rimuoviamo immagini a meno che non provengano da pagine web che violano le nostre linee guida per Webmaster, non ci venga imposto dalla legge o non venga espressamente richiesto dal webmaster responsabile della pagina che le ospita”.

Google difatti non rimuove mai nemmeno le immagini che ritraggono vari personaggi famosi in condizioni imbarazzanti.. la trasparenza è sempre stata ai massimi livelli… le accuse rivolte al motore sono frutto insomma di un periodo di tensione politica che questo paese stà vivendo..

E’ ulteriore prova della bontà di Google che non sono sparite le notizie riguardanti l’ aggressione e nemmeno le immagini che vi sono dentro gli articoli

Niente da temere insomma 🙂

Url accorciato pure su Facebook

42 Comments

Con l’ avvento di Twitter e il limite posto a 140 caratteri per i post molti utenti sono ricorsi a servizi di accorciamento di url come bit.ly

navigatranqui

Da oggi pure Facebook è raggiungibile digitando nel browser fb.me

che sarà utilizzato sopratutto nelle versioni mobili

Altri Social Network hanno attivato servizi di accorciamento url

  • Flickr                => fli.kr
  • FriendFeed         => ff.im
  • Delicious           => icio.us

Fare acquisti in modo sicuro su Internet

65 Comments

Anche quest’ anno arrivano gli acquisti di Natale, e sotto le feste con il periodo di crisi che c’ è quest’ anno specie in Italia, ci sono persone che si rivolgono a Internet, e con la buona intenzione finiscono poi per essere truffate.

Il Natale è un occasione ghiotta per tutti quei lamer pure inesperti che cercano di racimolare qualche soldo o addirittura di costruirsi qualche bella villa.

Le truffe possono essere più o meno elaborate, si và dai banali casi di phishing, ai trojan… sul secondo aspetto Linux rimane più sicuro, e si presuppone che un utente Linux sia (scusate il “razzismo”) più accorto e attento di utente Windows..

Vi propongo qui alcuni consigli personali su come fare acquisti sicuri su Internet…

  • Diffidate delle email di Spam, se ricevete come email offerte senzazionali riguardo a lettori dvd o anche articoli di lusso a prezzo stracciato, vestiti, santini di Gesù o quant’ altro non cliccateci e segnalatele subito al provider come Spam
  • Non pensate che un sito raggiunto da un motore di ricerca sia sicuro, pure se è sponsorizzato da Adsense… i lamer più esperti (qui già si parla di Black Hacker SEO) sanno come mettere in cima ai motori i propri link dannosi
  • Gli acquisti su Ebay con Poste Italiane NON sono sicuri; in particolare sono in circolazione delle speciali carte New Gift che sono senza intestatario, e persino un dipendente delle poste non riesce a sapere con precisione chi sia  il proprietario (nonostante i documenti vengono comunque richiesti all’ apertura)
  • Ricordo a tutti che gli scambi di valuta fra PayPal e AlertPay, nel caso abbiate dei conti aperti su quest’ ultimo sono vietati e pericolosi!! (se proprio necessitate di queste prestazioni mandatemi un email con il vostro nome utente e la vostra password 😀 😀 ovviamente scherzavo 😉 )
  • Nessun sito è sicuro, i casi di Sql Injection possono colpire tutti se ben elaborati, e comunque è sempre meglio acquistare da siti conosciuti
  • Se siete infetti da Virus, worm et similia meglio acquistare con un Live Cd di Linux (idea di Zeus News ) che potete scaricare da qui ricordo che Linux è più sicuro poichè non è propriamente un sistema commerciale come Windows ma pure lui non è immune agli attacchi di Phishing (ho sempre classificato quest’ attacco come un attacco di Ingegneria Sociale)

I consigli sono questi.. alcuni presi in giro per il Web e rielaborati secondo le mie opinioni personali… vi auguro un buon natale e buoni acquisti (anzi và non comprate proprio nulla su Internet… spendete di + e andatevene in negozio, almeno c’ è anche una bella commessa a servirvi) buone feste lettori!!

navigatranqui

Il vero trucco per avere tante amicizie su Facebook

31 Comments

Per molti utenti di questo social Network avere tanti contatti, amicizie chiamatele come volete, è molto importante… per i blogger come me fondamentale per divulgare gli articoli e ricevere traffico aggiuntivo. Così nascono tanti gruppi fasulli su come ottenere tanti contatti.

A tal proposito ne ho trovato uno che per ora sembra funzionare bene; anche se per ora ci sono poco più di 150 membri.
utenti facebook

L’ idea è di Marcello Garau, c’è chi la definirebbe banale ma come tutte le invenzioni andava messa in atto e per quanto mi riguarda funziona 🙂

Ci si iscrive al gruppo e si mandano le richieste d’ amicizia a tutti i membri… utile anche scrivere in bacheca chiedendo la richiesta.

Il gruppo si chiama “Ricevere 100 richieste d’ amicizia al giorno” in onore di un altro gruppo bufala che prometteva di riceverle.

Ve lo consiglio.. e se volete potete aggiungere pure me con il pulsante in Home 🙂

Yahoo vende i dati al governo (come tutti…)

65 Comments

Letta la notizia sulla nota testata on-line di Punto Informatico non mi stupisco certo della notizia.. Yahoo vende informazioni personali dei propri utenti; non parliamo di dati che servono a fini pubblicitari; ma d’ informazioni che possono servire allo Stato.

In quanto alla pubblicità l’ azienda smentisce ogni possibile accusa… ma quando Soghoian un esperto del settore appellandosi al Freedom Informaction Act (atto per la libertà d’ informazione) Yahoo si è dimostrata reticente a fornire informazioni con le sue politiche con i governi.

Ma dopo questo rifiuto è subentrata un azione sotteranea che ha rivelato che in effetti Yahoo vende allo stato informazioni degli utenti; Cryptome ha pubblicato tutti i dati.. e Yahoo ha reagito male minacciando una denuncia se i dati non fossero stati cancellati, in nome della libertà di informazione Cryptome ha pubblicato pure la “minaccia”

Molti operatori pure in passato non hanno reagito male a queste rivelazioni.. in quanto pure i prezzi non sono segreti… insomma non ci fù lo stesso scandalo che rischia di riversarsi su Yahoo…

Quando si parla di dati ovviamente si intende tutto ma proprio tutto.. a partire da Id dell’ utente al punto in cui si collega, l’ ora e il giorno, e i messaggi che scambia con altri utenti…

pensate un pò lo Stato si può beccare i vostri dati al costo di 40 €.. la vostra vita in cambio di una cena per 2; mentre magari ci sono dei poveri grulli che per controllare la moglie spendono mesate intere per assumere investigatori.. a loro bastano 40 €

nessuno è al sicuro su Internet ricordatelo sempre

PS: L’ immagine è tratta dall’ album “Eye in The Sky” di Alan Parsons, consiglio l’ ascolto a tutti gli appassionati di musica

FileBox – Quasi 500 Giga di Hosting gratuito

Commenti disabilitati su FileBox – Quasi 500 Giga di Hosting gratuito

Oggi passiamo alla segnalazione veloce del servizio FileBox; un servizio di Hosting simile a RapidShare che permette l’ archiviazione di qualsiasi file fino a 488 GigaByte, file che rimangono sui server per 1 anno..

filebox; hosting

Interessante la conversione automatica dei video caricati in flv per la condivisione in rete

Il servizio può essere attivato ovviamente pure a pagamento, in quel caso senza limiti di caricamento; sicuramente da provare almeno nella versione gratuita

Fonte: Whatsnew (spagnolo)

Ah metto pure una chicca del bellissimo linguaggio spagnolo, ne sono innamorato 🙂

fileBox ofrece la posibilidad de guardar y organizar archivos de todo tipo, ofreciendo 488 Gigas a los nuevos usuarios y sin límite de espacio para los que paguen. Los archivos subidos desaparecen después de 365 días desde el último download del mismo, con lo que no es bueno usarlo como backup y sí como sistema para compartir archivos grandes.

Trenitalia – Pure io dico basta!

39 Comments

Esatto! Pure io sono stanco dei continui ritardi, delle condizioni igieniche pessime, ma sono stato sopratutto del menefreghismo dei costi elevati del biglietto, dei reclami andati a vuoto, dei vetri che mi impediscono di aggredire gli sportellisti, del nepotismo, della truffa legalizzata di Trenitalia!

Questo è un blog d’ informatica, per definizione, ma mi sento in dovere giusto per il concetto d’ informazione pure di pubblicare quest’ articolo, per un problema che è sempre esistito ma che ora grazie agli studenti dell’ Università di Pisa di ogni facoltà stà assumendo un importanza fondamentale.

viareggio disastro ferroviario

Siamo a Viareggio, luogo del disastro ferroviario del 29 Giugno, qui il menefreghismo delle ferrovie ha fatto perdere la vita a 31 persone in un modo orribile, chi di voi ha provato anche solo una piccola bruciatura su una mano può solamente immaginare lo strazio di ustioni quasi complete in tutto il corpo.

Eppure qui il governo sembra essersi dimenticato di tutto, al telegiornale non si sente più niente… Viareggio è stato solo uno scoop, un fatto tornato comodo a chi sicuramente ci si è pure arricchito.

Ma Trenitalia su questa città infierisce ancora, non è ancora contenta dell’ odio che ogni cittadino penso provi nei suoi confronti, e se la prende con gli studenti! Si esatto con noi!

Siamo rinchiusi ogni mattina, come cani, come banale merce da trasporto in stretti vagoni, il posto in piedi non dà fastidio, è la senzazione di non respirare di sentirsi privato dell’ ossigeno, con il riscaldamento a livelli inaccettabili, costretti a scendere piano piano da un treno alla stazione di San Rossore, sorte simile tocca a chi viene da Pietrasanta, forse a Massa trovano qualche posto a sedere ma è un caso raro.

Siamo costretti al ritorno e all’ andata a subire ritardi dovuti alla precedenza di treni “più ricchi” dove chi se lo può permettere compie viaggi su EuroStar che esigono la precedenza… dove pochi.. rallentano molti..

Nessuno ci rimborsa per i ritardi e i disagi di un trasporto pubblico che costa ben 44,5 € al mese, però fin dal 1° Dicembre i controllori pretendono di vedere il biglietto e se non ce l’ hai… multa senza ricevuta, così si intascano i soldi.

Assistiamo a corruzione, ad assenteismo (perchè di mattina spesso non hanno la forza di avanzare fra la folla), tutti pigiati in 4 vagoni come merce da trasportare.

Condizioni igeniche pessime, cicche di sigarette, sedili strappati e chi ne ha più ne metta.

Ora per fortuna, grazie pure a Facebook e ai giornali locali i rappresentanti degli studenti stanno cercando di fare qualcosa per lo scempio

Qui il LINK di alcuni gruppi sia a livello locale, che a livello nazionale

Disagi sui treni da/per Pisa

Vaffanculo Trenitalia vaffanculo

Io odio Trenitalia

Ma Trenitalia è un nemico subdolo, loro sanno che abbiamo bisogno dei treni, che non possiamo andare in macchina ogni mattina a Pisa, e che in ogni caso non abbiamo la forza per fermarli… perchè loro sono le Ferrovie, la forza oscura che su due binari di ferro decide inevitabilmente il tuo destino e poco importa se la gente si sente male sul treno per disfunzioni asmatiche o se qualcuno prima o poi ci lascia le palle… loro sono le FERROVIE DELLO STATO e lo stato non scende a patti coi cittadini

E voi cosa avete da dire? Dalle vostre parti com’ è la situazione?

Internet Explorer 6 è da buttare.. lo dice anche Microsoft

38 Comments

Un problema che riguarda parecchie aziende, di solito si parla di Società a Responsabilità limitata o piccoli uffici di periferia, che tengono sistemi operativi vecchi con programmi oramai da un punto di vista pure della sicurezza obsoleti

Il problema della gestione delle informazioni nelle aziende è un problema serio, si pensa principalmente a loro quando si parla di sicurezza informatica.

Microsoft lancia un appello a chi è ancora indietro con la tecnologia: “Abbandonate Internet Explorer 6”

Generalmente infatti l’ appello di Microsoft nonostante non sia dichiarato è + rivolto alle attività commerciali piuttosto che all’ utente comune, considerato che lo sviluppo della tecnologia a banda larga in Italia ha avuto la sua massima esplosione da poco, mi riesce difficile immaginare degli utenti con Internet Explorer 6. Ma nonostante ciò i dati parlano chiaro più di una postazione su 5 utilizza questo browser; e sono meno diffuse le versioni più aggiornate come la 7 e la 8.

Potete ben immaginare la preoccupazione di Microsoft… 1 quinto dei computer (a detta loro) monta un browser vecchissimo (8 anni) e molto più vulnerabile rispetto alle versioni aggiornate; ed è pure un segno per loro.. che oramai l’ utente se ne frega e lascia tutto così com’è 🙂

Pure per questo Microsoft cerca di incoraggiare gli utenti a cambiare versione, in quanto Internet Explorer 6 è pieno di bug e presto non sarà più supportato a dovere, ponendo molti utenti al rischio di Virus e Trojan e altre diavolerie simili 🙂

Poi l’ aggiornamento è pure necessario per la comoda visione a schede…

Io resto sempre sul buon vecchio Firefox con Ubuntu 9 (anche se dicevano fosse una novità invece non cambia poi molto a livello grafico); in ogni caso per chi ancora si trovasse con IE 6, consiglio caldamente di aggiornarlo a una versione superiore