Archive for gennaio, 2010

Windows 8 nel 2011

57 Comments

Quando leggo queste cose su Internet mi viene da fare un ragionamento basilare che stà alla scelta del sistema operativo migliore da comprare…

perchè mai dovrei acquistare Windows 7? Se fra un anno esce già l’ 8?? E perchè mai dovrei acquistare l’ 8? Se magari nel 2013 ne esce un altro?

windows 8

Non capisco i consumatori di prodotti Microsoft, che poi rappresentano alla fine la maggioranza delle persone, che ogni anno si ritrovano con un sistema operativo che se non è obsoleto è di sicuro datato…

Apparte questa precisazione, Chris Green ex dipendente di Microsoft ci ha regalato questo grafico, che ci mostra l’ andamento dei vari prodotto, sembra proprio che Windows 8 (imprevisti esclusi) sia previsto per il primo Luglio del 2011

navigatranqui

Potete aprire l’ immagine in una scheda apparte poichè l’ impaginatura del blog non mi consente di metterla a una risoluzione migliore 😉

Insomma sembra proprio che Microsoft abbia in mente di diminuire al massimo l’ intervallo di tempo che intercorre fra una release e l’ altra.. a discapito forse della qualità?

Dopo il successo di Avatar – Arriva “Chiavatar” di Tinto Brass

36 Comments

Bhè in realtà non si chiama proprio Chiavatar ma così l’ hanno ribattezzato tutti quelli che aspettano di vedere il nuovo film in 3D di Tinto Brass “Chi ha ucciso Caligola?”

Chiavatar

Un misto di erotismo e tecnica digitale, un connubio interessante ed emozionante così afferma il registra:

Se un’attrice avvicina una mano alla telecamera hai la sensazione che la infili sotto i tuoi pantaloni. Esperienza magnifica

Ci tengo pure a dire che nonostante mi sia perso Avatar, non mancherò di andare a vedere questo nuovo capolavoro del maestro Tinto Brass

Windows 7 – Modalità Dio

45 Comments

C’ è un segreto in Windows 7 che è stato svelato.. come diventare “Dio” ma non vi preoccupate non stiamo parlando di una di quelle storielle alla Isaac Asimov… semplicemente di funzionalità per personalizzare al meglio il sistema operativo di Redmond in modo semplice e intuitivo

Per usufruire della modalità Dio dovete creare una nuova cartella in una posizione qualunque del desktop e rinominarla in questo modo

GodMode.{ED7BA470-8E54-465E-825C-99712043E01C}

Fatto questo noterete che l’ icona della cartella cambierà, in una simile a quella del Pannello di Controllo.. cliccateci sopra e la modalità God si attiverà, permettendovi di personalizzare il vostro sistema oltre i banali limiti imposti dal pannello (mi raccomando attenzione)

Il trick sembra funzionare pure su Vista, con alcune eccezioni per il sistema a 64 bit

OnLine TV – Ecco come vedere la tv con Linux

35 Comments

Vi presento oggi il nuovo programma di Davide Riva, ideato appositamente per i sistemi Linux che vi permette con una semplicità assoluta di vedere i vostri canali Tv preferiti direttamente dal computer, con una discreta qualità di streaming.

Fra i canali più famosi ritroviamo nel software tutte le reti Rai, comprese Rai Cinema e Rai Sport.

Il programma è veloce poichè altro non fà che indirizzare vlc al canale di Streaming, direte voi niente di eccezionale potevamo indirizzarlo anche manualmente.. OnLine TV in questo vi semplifica la vita, l’ interfaccia grafica del programma è infatti minima e basata su semplici bottoni…

Procediamo all’ installazione potete collegarvi al sito ufficiale del progetto

O se siete più Geek utilizzare la linea di comando

wget http://ontv.altervista.org/OnlineTV.bz2

bunzip2 OnlineTV.bz2

chmod +x OnlineTV

./OnlineTV

Una volta eseguito il programma noterete la semplicità con cui potete collegarvi ai vari canali (per ora 24), è superfluo dire che sulla vostra distribuzione deve essere installato vlc

SEO – Riconoscere i link no-follow

29 Comments

Una delle caratteristiche SEO più importanti che un web-master deve sapere, è la caratteristica che stà alla base del calcolo del pagerank.

no-dofollow

I back-links appunto link di ritorno, link che stanno su altre pagine web (preferibilmente pertinenti all’ argomento del vostro sito) che puntano direttamente al vostro portale…

Non tutti i link però sono “buoni” bisogna fare due importantissime distinzioni, i link do-follow e i link no-follow.

Il meccanismo è semplice, se un sito ha un link che punta a voi con l’ attributo do-follow allora quel sito contribuisce al vostro page-rank, altrimenti no e quindi ai fini statistici è inutile (anche se può generare comunque traffico)

Un utile strumento per distinguere i link è No-DoFollow un add costruito appositamente per Firefox che una volta attivato illumina di blu i link con attributo do-follow e di rosso quelli no-follow, in modo da facilitarvi nel compito di ricercare i migliori siti sui quali farvi pubblicità.

Firefox 3.6 – Tutta un altra musica

32 Comments

7 milioni di persone hanno scaricato in 48 ore l’ ultima versione di Firefox la 3.6, disponibile per Linux, Mac e Windows

Firefox promette di essere il 20% più veloce rispetto al suo predecessore, promessa alquanto impegnativa dato che stiamo parlando di uno dei browser più veloci sulla piazza.

Fra le caratteristiche spiccanti di questa nuova versione vi è il motore di rendering grafico Gecko 1.9.2 e un miglioramento della gestione dei javascript

Fra le nuove funzioni risalta il supporto a Personam, che permette la gestioni di temi senza la necessità di riavviare il prowser, e il plugin updater che avvisa della presenza di contenuti oramai obsoleti sul computer e invita all’ aggiornamenti.

Interessante pure il completamento automatico dei moduli, che si basa su moduli analoghi già compilati in precedenza

Bisogna dire che Firefox dopo questa versione, conferma le sue attenzioni per quanto riguarda le funzionalità del browser e l’ aspetto estetico, questo è il suo punto di forza rispetto a Chrome che però sembra battere leggermente Mozilla sulla velocità.

Ecco il link per aggiornare il vostro browser, utilizzate solo canali ufficiali per i vostri aggiornamenti

La vulnerabilità in Internet Explorer 6 è gravissima

49 Comments

La nuova falla scoperta qualche giorno fà in Internet Explorer 6 sui sistemi XP e 2000 non è grave, è gravissima… permette ai malintenzionati tramite un exploit di prendere tutti i dati memorizzati dagli utenti, e alcune indiscrezioni parlano addirittura di controllo remoto.

Microsoft afferma che il bug è efficace solo se l’ utente è spinto su pagine create ad “hoc” per sfruttare la vulnerabilità

Per risolvere il problema basterà aggiornare il Browser alla versione numero 8… mettere Mozzilla può essere una soluzione, ma bisogna pure aggiornare il browser per una maggiore sicurezza.. in quanto in Windows molti programmi utilizzano funzionalità di Internet Explorer come ad esempio Windows Live Messenger, esiste infatti il rischio seppur remoto che un hacker possa usare la falla anche per penetrare nei sistemi Messenger

La versione 7 è anch’ essa sicura ma comunque potenzialmente attaccabile sui sistemi XP.

Windows Vista si salva perchè ha come versione nativa Internet Explorer 7 ma è consigliabile l’ aggiornamento.

Si mantiene sicuro Windows 7 che ha Internet Explorer 8 pre-installato

Dubbi invece, e gravi perplessita per tutti i sistemi antecedenti al XP come il 2000, il Me o addirittura il 98, nei quali non è possibile (a meno di pesanti modifiche) installare versioni superiori di Internet Explorer 6, tali sistemi sono pienamente vulnerabili, e l’ unica soluzione sembra essere aggiornare a un sistema superiore, oppure evitare per quanto più possibile l’ uso di programmi che interagiscono con Internet Explorer.

Allego qui un immagine riassuntiva del quadro critico:

Bill Gates su Twitter

32 Comments

Dopo aver provato l’ esperienza Facebook, e averla abbandonata per motivi ovvi.. troppe richieste d’ amicizia in poco tempo, il fondatore di Microsoft approda a Twitter, e in poco tempo raggiunge quasi 200000 followers (persone che lo seguono)

Gates con Twitter ha l’ obbiettivo sembra, di fare pubblicità alla sua fondazione di beneficenza.. la Fondazione Bill e Melinda Gates.

Chiunque abbia voglia di vedere i suoi tweet e magari di interagire con lui, può farlo seguendo quest’ indirizzo

Samsung lancia schermo trasparente

40 Comments

Ho comprato uno schermo Samsung nel lontano Settembre 2001 quello schermo ormai ha quasi 9 anni.. ed è sempre sulla mia scrivania, nonostante abbia cambiato computer fà ancora un bell’ effetto.. la mia simpatia per la marca è data dall’ esperienza con il mio schermo.. nessun problema in 9 anni e chissà quanto ancora durerà 🙂

E’ stato presentato a Las Vegas il nuovo prototipo di schermo trasparente che reca appunto il marchio Samsung

Inutile dire che l’ oggetto in questione, nonostante non sia granche utile (cosa me ne frega se lo schermo è trasparente) ha un grande impatto estetico, l’ idea è quella di montarlo a bordo delle auto per un nuovo sistema di navigazione satellitare che non distragga il guidatore dalla strada.. ma gli usi possono essere molteplici, di sicuro sarà presto acquistato dai manager di grandi aziende per arricchire l’ ufficio

La rete italiana si affida ad Obama per la libertà di stampa

40 Comments

La nuova iniziativa di Diritto alla Rete prevederà un sit-in davanti all’ ambasciata americana per sensibilizzare l’ opinione internazionale su quanto stà accadendo in Italia sul tema della libertà di stampa on-line

I continui tentativi di imbavagliare la rete da parte di ogni parte politica Riccardo Levi (PD); Roberto Casinelli (PDL) Gianpiero D’ Alia (UDC) possono passare inosservati al pubblico televisivo ma non al popolo di Internet e a tutti quei giornalisti “sovversivi” che ogni giorno si battono per la libertà d’ informazione

Per ulteriori informazioni sul movimento potete visitare anche il blog di Enzo di Frenna uno dei più importanti blogger di Diritto alla Rete

Lino Banfi non è morto… e tocca pure ferro

32 Comments

Il grande attore Banfi non è morto, è una bufala che gira sul web.. in particolare su Facebook grazie a gruppi come questo:

http://www.facebook.com/home.php?filter=lf#/group.php?v=wall&ref=nf&gid=298359885976

Non è la prima volta che qualche burlone fà morire gente famosa, per pubblicità o forse per qualche goliardica iniziativa (nonostante non sia molto divertente far morire le persone)

La data del decesso era stata pure inserita su Wikipedia; invece Banfi stà bene ed è vivo e vegeto.. chissà magari questa bufala gli ha pure regalato qualche anno in più per regalare al pubblico nuove emozioni

La polizia Francese usa Linux… l’ Italia ha più soldi da spendere

3 Comments

La polizia di stato francese ha deciso che entro il 2015 sarà completato il passaggio a Ubuntu, in questo modo si prevede un risparmio di 50 milioni di euro in costo del software e di (forse ancora di più) corsi di formazione per istruire i dipendenti ad usare Vista (che per altro è già passato di moda pure quello)

Cosa c’ è che non và in Italia? Perchè in Francia dopo essersi accorto che Mozilla era più veloce l’ hanno subito adottato?

Perchè dopo essersi accorti che Open Office è gratuito e addirittura più funzionale delle soluzioni Microsoft non ci hanno pensato un secondo a usarlo?

Perchè in Italia siamo costretti (noi cittadini) a pagare per sistemi operativi obsoleti (stanno mettendo ora Vista quando fra 2 anni sarà completamente fruibile il cloud computing)

Per di più Linux come rete è pure migliore di Windows e questo è un dato di fatto… lo dice anche il colonnello Guimard della polizia francese… “Linux ha migliorato l’ interoperabilità e la gestione dei sistemi in remoto”

Catastrofe ad Haiti – 100 mila morti

32 Comments

FONTE: Corriere.it

Il terremoto che ha devastato Haiti potrebbe aver ucciso più di centomila persone. La tragica previsione è del premier Jean Max Bellerive: «È difficile fare una valutazione precisa del numero delle vittime – ha ammesso -, di quanti edifici e quante costruzioni siano crollati con le persone dentro. Credo che siamo al di sopra delle centomila vittime. Spero che non sia vero, spero che la gente abbia avuto il tempo di uscire in strada. Alcuni quartieri sono stati distrutti completamente, non si vede più una persona».

Alle sue parole hanno fatto eco quelle del presidente René Preval, che ha detto: «È una catastrofe, il Paese è distrutto». Youri Latortue (nipote dell’ex presidente Gerard Latortue), ha ipotizzato un bilancio ancora più drammatico: parlando con l’Associated Press ha detto che i morti potrebbero essere 500mila, pur ammettendo che al momento è impossibile fornire cifre reali. Lo ha affermato in base alla stima dei danni provocati dal terremoto.

Il sisma, di magnitudo 7, ha colpito martedì alle 16.53 (le 22.53 in Italia), con epicentro a una quindicina di chilometri dalla capitale Port-au-Prince. Contemporaneamente è stato diramato un allarme tsunami per tutto il quadrante caraibico, poi rientrato. Non c’è ancora un bilancio delle vittime e degli sfollati, ma secondo l’Onu e la Croce Rossa il sisma ha colpito in vario modo dai 3 ai 3,5 milioni di persone, oltre un terzo della popolazione totale del Paese. Solo un ospedale è rimasto in piedi ma ha già esaurito la capacità di accoglienza; la Croce Rossa internazionale si sta attrezzando per allestire alcuni punti di pronto soccorso da campo.

La parte bassa di Port-au-Prince è completamente distrutta, come ha riferito il ministro degli Esteri precisando che il resto della capitale, che sorge in parte sulle colline, «è stata un po’ risparmiata». La città è isolata, i telefoni non funzionano, tv e radio non trasmettono più, c’è solo qualche contatto di fortuna via internet.

Si contano molte vittime tra i Caschi blu della missione Minustah dell’Onu ad Haiti. Sarebbe morto anche il comandante della missione, il generale tunisino Hedi Annabi, ma l’Onu non ha confermato la notizia. L’edificio di sei piani, sede della missione, si è completamente sbriciolato. Tra i civili dell’Onu ci sono stati almeno 14 morti e 56 feriti: il bilancio, ancora provvisorio (i dispersi potrebbero arrivare a 150), è stato indicato da Alain Leroy e dalla sua vice Susanna Malcorra, responsabili per gli aiuti umanitari. Cristiana Iampieri, un avvocato che lavora nella sede Onu di Haiti, ha riferito che alcuni italiani abitavano in un hotel crollato: «Dicono che il palazzo Onu della Minustah e l’hotel Montana siano crollati. So che all’hotel Montana abitavano degli italiani, ma non so quanti siano e se al momento del terremoto erano in casa. Stiamo cercando di sapere qual è stata la sorte dei dispersi». Poco prima il segretario di Stato francese alla cooperazione, Alain Joyandet, aveva appreso che circa 200 persone sarebbero disperse tra le macerie dell’hotel Montana, dove abitualmente alloggiano gli europei che lavorano ad Haiti. «C’erano 300 persone dentro e solo cento ne sarebbero usciti» ha detto Joyandet. L’albergo si trova sulle colline che circondano la capitale haitiana, non lontano dal quartier generale delle Nazioni Unite ed è considerato tra gli alberghi più lussuosi di Port-au-Prince. Il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, ha annunciato che andrà ad Haiti «non appena possibile».

Avvertendo immediatamente la gravità della situazione ad Haiti, subito sono stati attivati aiuti da parte di numerose nazioni, seguito da appelli alla solidarietà lanciati da organizzazioni umanitarie italiane e internazionali. Dagli Usa, il Pentagono ha inviato navi e personale di sicurezza: la portaerei Carl Vinson è attesa giovedì al largo delle coste di Haiti e altre navi della Marina americana sono in viaggio. Inoltre una squadra di 30 persone, che comprende ingegneri dell’esercito, è partita su aerei C-130 con personale dell’ambasciata, di Haiti, delle Nazioni Unite e i responsabili internazionali per valutare la situazione e facilitare il sostegno militare.
FONTE (leggermente riassunto dall’ originale): Corriere.it

I Blu-Ray aumentano di capacità fino a 33 Giga

38 Comments

La notizia è stata pubblicata solo ieri da Zeus News, noto portale dedicato alla tecnologia.

I Blu-Ray aumentano la capacità dagli odierni 25 GigaByte ai 33,4 GigaByte; Sony sostiene di aver trovato un modo per aumentare la capacità senza cambiare lettore, basterà difatti aggiornare il firmware poichè le unità a detta pure di Panasonic sono già compatibili di per sè alla nuova capacità.

La proposta delle due aziende dovrà essere approvata dalla Blu-Ray Disk Association e se tutto và bene potrà essere adottata per la fine del 2010

FONTE: Zeus News