Archive for marzo, 2011

Sendoid – La saetta del p2p

40 Comments

Sendoid è il nuovo programma dell’ altrettanto neonata azienda Caffeineted Mind, questo software promette di essere il p2p più veloce mai creato fino ad ora

A differenza di altri servizi, Sendoid non necessita di un server centrale e di nessuna autentificazione per inviare files.. l’utente vede in questo modo protetta la sua privacy, grazie anche a un tunnel cifrato a 128bit

Le stime parlano di file che in linea teorica di files di 100 Mega trasferiti in 40 secondi… esagerati?? Staremo a vedere.. di sicuro vale la pena di provarlo

Per ora è completamente gratuito, anche se non è escluso che in futuro alcune funzionalità siano a pagamento… rimane intanto lo scetticismo sull’ effettiva velocità del programmo che si ricorda dipende molto anche dalla propria connessione a banda larga

Le strane tasse d’ Italia – Tasse Crudeli

39 Comments

Continua il nostro trattato sulle Strane tasse d’ Italia, con un capitolo particolarmente demotivante… le tasse crudeli, vedremo per quali motivi

  • Tassa sui disoccupati... Avete mai partecipato a un concorso pubblico? Se vi è mai saltato in mente di farlo sarete senza lavoro… dato che è titolo preferenziale esserlo e magari in mobilità… ma sperate di avere i soldi perchè per iscrivervi dovete pagare un bollettino in misura variabile, pena l’ esclusione dal concorso
  • Tassa sull’ innocenza… il concorso non vi è andato a genio e volete farvi 3 mesi in Poste Italiane come il sottoscritto, ma lo sapete che bisogna essere incensurati per un mestiere del genere?? L’ azienda vi chiede di andare in provincia al Tribunale per farvi rilasciare 2 certificati.. il Casellario Penale e il Certificato dei Carichi Penali Pendenti… ovviamente li pagate… sui 14 € se non li avete rubateli ma senza farvi beccare!!!
  • Tassa Regionale Sullo Studente... si quei famosi 98 € per finanziare la regione (98 in Toscana)  ovviamente questi soldi non vanno all’ Università… potete avere pure il reddito basso ma da questa non scampate
  • Tassa sui debiti… L’imposta ipotecaria colpisce la trascrizione, iscrizione, rinnovazione e annotazione eseguite nei pubblici registri immobiliari (insomma tutto lo scibile), a seguito di atti di compravendita, donazione, successione, iscrizioni ipotecarie e costituzione di usufrutto o altri diritti. Sono obbligati al pagamento dell’imposta ipotecaria coloro che richiedono le formalità e i pubblici ufficiali obbligati al pagamento dell’imposta di registro o dell’imposta sulle successioni e donazioni, relativamente agli atti ai quali si riferisce la formalità. Sono inoltre solidalmente tenuti al pagamento delle imposte tutti coloro nel cui interesse è stata richiesta la formalità e, nel caso di iscrizioni e rinnovazioni, anche i debitori contro i quali è stata iscritta o rinnovata l’ipoteca.
  • Tassa sulle cambiali... perchè no? La famosa imposta di bollo
  • Tassa su chi fugge…. dove scappi?? C’ è pure la tassa sugli emigranti, per chi dall’ Italia tenta di fuggire all’ estero
  • Tassa sui disabili… non si vede ma c’ è… su ogni volo una piccola tassa di 50 centesimi per chi porta con sè una sedia a rotelle
  • Tassa per la giustizia… Se volete contestare ad esempio una multa o vi rivolgete al prefetto (pagando il costo di una raccomandata che nessuno vi rimborserà) o vi rivolgete al Giudice di Pace pagando… in ogni caso perdete soldi, o chiedete poi dopo il rimborso per la raccomandata ma riperdete altri soldi.. insomma in un modo o nell’ altro ci rimettete
  • Tassa sulle tasse!! Ma si possono tassare le tasse? Certo perchè no?? La Tarsu dopotutto è una tassa e sopra ci pagate l’ IVA (Imposta Valore Aggiunto) che è un altra tassa…  per fortuna a questa c’ è scampo:  “con la sentenza n. 238/09 la Corte Costituzionale, circa il diritto al rimborso dell’IVA pagata sulla tassa rifiuti in quanto sia la T.A.R.S.U (tassa di smaltimento rifiuti solidi urbani) sia la T.I.A. (tariffa igiene ambientale): rappresentando una tassa alle stesse non può essere applicata l’I.V.A. (imposta sul valore aggiunto). La sentenza si basa sulla normativa comunitaria (art. 13 paragrafo 1, periodo della Direttiva n. 2006/112/ce Consiglio del 28 novembre 2006 e Sentenza Corte di Giustizia C.E, del 16 settembre 2008 causa C-288/07)” peccato che… secondo il decreto legge 78/10 convertito nella Legge 122/10 è stata introdotta una disposizione secondo cui la T.I.A. ha una connotazione tariffaria e non tributaria con conseguente pagamento dell’Iva… provate a fare ricorso per la Tarsu e aspettate (si 20 anni…)

Le strane tasse d’ Italia – Tasse in bolletta

38 Comments

Iniziamo il capitolo della sezione Curiosità di questo blog con un trattato sulle varie tasse italiane… partendo da quelle sulla bolletta 🙂

Avremo modo di scoprire quanto le tasse uniscano le classi sociali, dal più povero, passando dal piccolo imprenditore, al libero professionista, alle imprese e per finire al morto

  • Quando il libero mercato diventa una tassa… avete presente i vari “concorrenti” di Enel?? Come ad esempio Eni, Edison ecc… potete in qualsiasi momento decidere di farvi fatturare l’ energia invece che da Enel Sistema Elettrico da un gestore alternativo (da notare che Enel Energia è nel settore del libero mercato) se decidete tuttavia di restare in Enel dovrete pagare un “Costo irrecuperabile” vale a dire una tassa sul libero mercato.. dovete pagare per avere la concorrenza.. alla faccia del Trust.. E il vantaggio del mercato dove sta? “Irrecuperabili” sembrano solo i quattrini versati sulle bollette.
  • Efficenza Energetica… la voce Ef-En stà a indicare Efficenza Energetica… cosa voglia dire non ne ho idea.. fatto stà che produce 45 Milioni di Euro in tasse, rendendo più efficente il bilancio
  • Ma quanto costa questo gas? Miracoli del fisco: pensate, un metro cubo di gas naturale ha un costo estrattivo di 2 centesimi; al confine italiano il prezzo sale a 20 centesimi; al consumatore finale costa 65 centesimi. Come si spiega? La tariffa media nazionale riferita al gas, ha la seguente composizione: materia prima (gas) 32%; costo delle infrastrutture 17%, 8 % per la commercializzazione, e 43% per le imposte. Il costo finale del gas per il consumatore in Italia è così superiore del 25% rispetto alla media europea

L’ Internet più veloce del mondo nasce a Pisa

41 Comments

QuattrocentoQuarantotto Gbit per secondo, questi straordinari risultati sono stati raggiunti dai ricercatori della Scuola Superiore Sant’ Anna di Pisa, con la collaborazione di Ericsson l’ Università di Pisa che già eccelle in molti altri ambiti tecnici da oggi vanta anche il primato della banda larga più veloce al mondo.

Per rendersi conto dell’ importanza di questi risultati, proviamo a quantificarli.. una stima approssimativa parla di una quantità di dati alternativamente pari a 20 film in alta definizione , 500 film in qualità standard, 22.500 collegamenti Adsl a 20 Mbit/s, 7 milioni di videochiamate o 100 milioni di telefonate standard e tutto questo in un solo secondo di tempo.

“Il sistema – conclude la nota della Scuola Superiore Sant’Annasarà testato, nei prossimi mesi, su segmenti di rete installati in tutto il mondo per poi diventare prodotto del portafoglio Ericsson e quindi essere impiegato nei maggiori sistemi di comunicazione su fibra ottica”

Proteggi il tuo Facebook – Attiva l’ Https

33 Comments

Dagli uffici di PaloAlto finalmente una funzione per aumentare la sicurezza dei nostri account Facebook. La connessione https differisce dalla normale http per il fatto di essere crittografata (la s infatti stà per Secure)

Attivando questa funzione tutte le pagine di Facebook (ad esclusione delle applicazioni create da terzi) saranno crittografate, rendendo più sicura l’ intera connessione.. al sicuro per esempio dai dati intercettati via Wireless di cui ci eravamo in passato precedentemente occupati in questo articolo (Craccare un account Facebook è un gioco da ragazzi – Ecco come fare)

L’ attivazione della funzione è banale, ma particolarmente consigliata a tutti per aumentare la sicurezza e tutelare la vostra privacy

All’ estrema destra dello schermo cliccate su Account e successivamente su Impostazioni Account nonchè su Protezione Account e a questo punto cliccate su Navigazione Protetta (https)

Da notare che questa funzione non è attivabile sulle connessioni mobili (cellulari, smart-phones ecc…) qui un link alla guida ufficiale di Facebook per ulteriori informazioni

Attivate la funzione e controllate che nella barra degli indirizzi sia presente la connessione cifrata.

Buona navigazione a tutti i lettori

facebook https

Cancellare i dati da una chiavetta Usb? Impossibile

38 Comments

Lo dimostrano i ricercatori dell’ Università di San Diego – California

A differenza degli Hard Disk tradizionali, i moderni supporti di memorizzazione flash e SSD non cancellano mai definitivamente i dati… neanche provando diversi algoritmi di riscrittura, numerose volte… le tracce resterebbero in maniera parziale sul dispositivo per lungo tempo e con appositi strumenti a disposizione di chi ne vuole usufruire..

Rischio per la privacy? Se avete la coscienza pulita non avete nulla da temere.. 🙂  ma non le gettate nel bidone dopo averle usate, per questi gioiellini l’ unico modo di distruggere i dati è quello fisico

Il costo giusto per un libro?? 99 centesimi – La morte degli editori

29 Comments

Ci sono molte differenze fra un libro cartaceo (formato classico) e uno elettronico (i cosidetti E-Book) ma una cosa in comune i due formati ce l’ hanno… e sembrerà incredibile ma è proprio il prezzo.

E dico incredibile, poichè è ovvio che per la versione digitale vengono risparmiati dalle case editrici un sacco di soldi, fra cui le spese per il ricavo del libraio, per i trasporti, per la stampa, è ovvio che si tratta di speculazione…

Ma se un libro costasse 0.99 centesimi, verrebbe acquistato di più?? Ovviamente in un libro conta anche la qualità, ma il lettore è più invogliato a spendere una cifra simile che piuttosto i classici 10 €

A provarlo c’ è uno scrittore che ha messo in vendita la sua opera “The List” lo scrittore indipendente Joe Konrath aveva messo in vendita il suo romanzo su Amazon a 2,99 $ riscendo a vendere 40 copie al giorno; dopo aver abbassato il prezzo le vendite sono decollate a 800 e i profitti ovviamente ne hanno risentito…

Di questi 99 centesimi circa 35 vanno a Konrath, le case editrice non offrono certo di più forse massimo 1 o 2 dollari e in Italia stiamo messi pure peggio (considerate che Internet ha un bacino d’ utenza molto più alto)… quindi questo sistema di vendita è vantaggioso sia per lo scrittore e tanto di più per il consumatore.

Il destino dell’ editoria è ormai segnato… o cambieranno sistema di produrre mirando più che alla qualità che al profitto o cesseranno d’ esistere

Scandalo per l’ applicazione che “cura” i gay

44 Comments

Exodus è un organizzazione, con sede in Florida; che predica a livello mondiale

“il messaggio della liberazione dall’omosessualità attraverso il potere di Gesù Cristo”

Non poche le proteste che ha ricevuto la Apple in questi giorni (che è responsabile direttamente delle applicazioni rilasciate) per un applicazione che promette di liberarsi dall’ omosessualità, descritta dall’ associazione come una terribile malattia.

E’ scandalo fra le associazioni che difendono i diritti e le pari opportunità degli omosessuali.

L’ applicazione in realtà non è nemmeno un programma vero e proprio, si limita a una copia del sito internet della Exodus la cui versione internazionale sembra essere al momento non raggiungibile

Le crescenti proteste potrebbero portare Apple a scusarsi con gli utenti, e sarebbe plausibile dato che l’ atto di far circolare quest’ applicazione rappresenti un atto discriminatorio di omofobia a livello mondiale



Da Windows 1.0 a Windows 7

47 Comments

In questo articolo posto un interessante video che dimostra l’ alto livello di retrocompatibilità di Windows

Utilizzando una macchina virtuale, Andrew Tait ha dapprima installato MS DOS 5.0 con Windows 1.0; aggiornando mano a mano il sistema a versioni superiori con tutti i sistemi operativi creati da Redmond negli ultimi anni

Tutti i sistemi provati con l’ eccezione di Windows ME, hanno dimostrato un elevato grado di retrocompatibilità con diversi programmi…

Per questo test sono stati utilizzati  in particolare due videogiochi famosi, come Doom 2 e Monkey Island

Sicuramente un esperimento interessante, dedicato ai nostalgici e ai geek più incalliti, ma anche a chi si interessa di tecnologie ormai superate ma non per questo meno affascinanti

Mod. 730 – Quest’anno si fà online

55 Comments

Continua l’avanzare della tecnologia in ambito produttivo e statale, fra le novità di quest’anno nell’ operazione “Zero Carta” sarà possibile pure inviare il modello 730 (utilizzato da dipendenti e pensionati)

Grazie alla circolare 14/E vengono definite le modalità per presentare telematicamente il modello unico della dichiarazione d’ imposta per usufruire di vantaggiose detrazioni, e percepire i bonus direttamente in busta paga

L’obiettivo, come dice il nome, è ridurre la quantità di carta utilizzata ogni anno e facilitare la gestione dei 730.  Si spera che questo nuovo strumento elimini inoltre la pesante gestione burocratica di tale pratica, altre informazioni possono essere trovatesul sito dell’Agenzia delle Entrate

Il cellulare che stampa i messaggi sulla pelle

35 Comments

Fantascienza?? No… semplicemente tecnologia e innovazione…

Per ora si chiama Skin Display e basa il suo funzionamento sulla tecnologia piezoelettrica, che permette di deformare un oggetto con l’ elettricità

Solo che qui non si parla di un oggetto ma della pelle umana…

Grazie a Skin Display non è più necessario estrarre il proprio BlackBerry: è sufficiente infilare la mano in tasca, afferrare lo smart-phone e poi osservarsi i polpastrelli, dove il testo sarà stato “stampato”.

Un invenzione molto utile durante le riunioni formali… e un utile arma per gli investigatori privati 🙂 tecnologia avanzata basata su semplici scariche elettrice

E il messaggio per quanto resta?

I ricercatori della RIM assicurano che la tecnica non è invasiva e il messaggio non è ovviamente indelebile, si tratta di una deformazione della pelle.. una specie di rughettina, che può essere eliminata semplicemente sfregando i polpastrelli

Qui un immagine

E qui il contatto dell’ ideatrice, Clara Vaggero

Tassa sugli abbonamenti illegittima – Chiedi il rimborso

38 Comments

Nel nostro paese, coloro che hanno un abbonamento mobile, che siano privati o aziende, devono pagare la tassa di concessione governativa.

Da pochi giorni però la Commissione regionale del Veneto ha riconosciuto l’ illegittimità di questa tassa, ed è possibile un rimborso per una tassa pagata ma non dovuta, risalendo fino a un periodo di 3 anni…

La Commissione si è rifatta al Codice delle Comunicazioni Elettroniche, entrato in vigore con il decreto legislativo n. 295/2003, che ha liberalizzato il mercato eliminando la necessità della concessione governativa, e quindi della tassa relativa.

La somma da percepire potrebbe non essere trascurabile, la tassa mensile per gli utenti privati è di 5,16 € (circa 10 mila Lire) per i bussiness invece ammonta a 12,91 €

Calcolato su 3 anni sono precisamente

  • 185,76 per i privati
  • 464,76 per le aziende o comunque i clienti bussiness

Per ottenere il rimborso è necessario inviare una lettera di diffida al proprio operatore, per maggiori informazioni trovate modelli già stampati sul sito dell’ Adoc

La lettera si intende raccomandata con ricevuta di ritorno, in cui dovete allegare pure la copia delle fatture e delle ricevute di pagamento… e dato che siete a tutti gli effetti creditori nei confronti dell’ azienda da voi scelta (ma è un procedimento lungo) potrete provare anche a chiedere gli interessi e una rivalutazione ISTAT (cioè calcolare anche gli effetti dell’ inflazione sul credito da voi maturato)