Archive for the ‘Storico’ Category

CarrierIQ – Scandalo 150 milioni di telefoni spia

Commenti disabilitati su CarrierIQ – Scandalo 150 milioni di telefoni spia

Nota: Questa guida/articolo è vecchia oltre tre anni, è mantenuta come “Storico” ma probabilmente le
informazioni contenute non sono più valide

Siamo sotto natale, è tempo di compere, di acquisti importanti, è il momento di spendere i quattrini; è il momento di capire cosa le persone vogliono… è il momento di spiare tutto delle lori vite, i loro gusti, le loro abitudini, a qualsiasi costo o meglio a qualsiasi software

Il Software di cui stiamo parlando si chiama CarrierIQ; e il suo scopo è come detto di effettuare registrazioni allo scopo di “migliorare la qualità del servizio” da parte degli operatori telefonici. Al momento sembra che siano più di 150 milioni gli smartphone coinvolti, può raccogliere una enorme quantità di informazioni, dai siti visitati alle applicazioni scaricate sino alle lettere digitate nella composizione degli SMS e chi ne ha più ne metta

Un vero e proprio “rootkit” che raccoglie dati all’ insaputa degli utenti; e fra le aziende c’ è chi già fà le sue smentite, per ora si sà che i coinvolti potrebbero essere Android e Iphone; anche Nokia e RIM negano ogni possibile coinvolgimento nella vicenda, e la magistratura stà già indagando a riguardo, una cosa è certa, la privacy nel mondo tecnologico è ormai un ricordo lontano, e intanto sul sito di CarrierIQ cresce un contatore con il numero degli smartphone orgogliosamente spiat

Mangia un carciofo intero e fà causa al ristorante

37 Comments

Si sentono a volte, notizie strane in giro per il mondo, ma questa è proprio particolare, al confine tra comico e ridicolo 🙂

Protagonista della vicenda, l’ Houston Restaurant di Miami e un suo cliente poco avvezzo con la verdura, che di origine cubana dichiara di non aver mai visto un carciofo e non si è preoccupato di sbucciarlo..

Ingerendo il carciofo intero ha mangiato anche le spine lamentandosi di dolori addominali molto forti causati dai resti non commestibili del carciofo che hanno intasato l’ intestino tenue del malcapitato…

Il cliente ha chiamato il suo avvocato e insieme hanno intentato causa al ristorante poichè si doveva avvisare sulla corretta consumazione del carciofo.

Il titolare, sulle prime rimane stupito e poi assolutamente contrariato

“E poi? Dovremo mettere un avvertimento sul menu, avvisando di non mangiare le ossa quando si ordinano delle costine?”



Violato il sistema comunale di Pietrasanta – Colpo da 60 mila euro

Commenti disabilitati su Violato il sistema comunale di Pietrasanta – Colpo da 60 mila euro

Un professionista del settore informatico è riuscito a violare il sistema informatico del comune di Pietrasanta… dato che è un comune piccolo la gloria non gli è bastata 🙂 ed è riuscito a trasferire 60 mila euro su una carta prepagata, soldi che erano depositati su un comune conto postale

A confermare l’ episodio è l’ assessore al bilancio Daniela Ferrari, la denuncia è già stata sporta alle autorità competenti

Mandelbrot è morto, ha scoperto i frattali

Commenti disabilitati su Mandelbrot è morto, ha scoperto i frattali

Alla veneranda età di 86 anni, Benoìt Mandelbrot è passato a miglior vita, pionere della geometria frattale, quelle forme geometriche ricorsive di straordinaria bellezza, ideate da un modello matematico ma comunque presenti in natura in diverse varietà di piante

I suoi studi hanno sconvolto la visione umana di vedere la natura, e hanno causate ricadute in diversi ambiti, a partire dalla matematica, alla biologia per finire addirittura alla finanza

 

Dimostrato il teor. di Peter: “In ogni gerarchia, un dipendente tende a salire fino al proprio livello di incompetenza”

41 Comments

Sono stati assegnati tre premi Nobel IG, parodia dei Premi Nobel svedesi che si qualifica come “La scienza che prima fa ridere e poi fa pensare”.

I 3 simpaticoni provengono dall’ Università di Catania Alessandro Pluchino, Andrea Rapisarda e Cesare Garofalo.

Con un complesso modello matematico hanno fornito una dimostrano al principio di Peter secondo il quale “in ogni gerarchia, un dipendente tende a salire fino al proprio livello di incompetenza”.

I tre hanno anche fornito una soluzione al problema.. uno schema di promozioni casuale, per quanto possa risultare strano, fornirebbe una maggiore efficenza aziendale 🙂

Lezione di Storia – I 10 Hacker più famosi di tutti i tempi

2 Comments

Stà ritornando di moda su Internet l’ argomento Hacking, dopo gli ultimi bug scoperti in Vista e in Live Messenger ci sono sempre più persone che si avvicinano all’ argomento Hacking, o per commetere lamerate oppure per creare qualcosa di veramente utile e innovativo.

Così ritornano anche i vecchi miti del passato e del presente, divisi principalmente in 2 categorie

Black Hat Hacker

Hacker malintenzionati… come direbbero alcuni appassionati di Guerre Stellari, sono votati al lato oscuro della forza.. sempre sulla bocca dei giornali, molto spesso pieni di palanche, e sopratutto perchè no… pure più simpatici; c’ è da sempre un eccezione negativa su questi tipi di Hacker, io sinceramente li stimo, anche se molti di loro sono dei criminali, bisogna ammettere che sono dotati di una grande intelligenza e determinazione per la propria passione… adesso vediamo i 5 Hacker Neri più famosi di tutti i tempi…

  • Jonathan James: A dire il vero non sò molto su di lui… e mi è pure impossibile reperire una foto, in quanto pare sia l’ ononimo di un attore… è famoso per la sua precocità.. è stato condannato per crimini informatici all’ età di 16 anni
  • Adrian Lamo: contemporaneo e conoscente del più famoso Kevin Mitnick e a quanto pare anche di Kevin Poulsen… quest’ uomo ha fottuto allegramente i sistemi protettivi di Microsoft, e del New York Times, nonchè Yahoo… a quanto pare non aveva cattive intenzioni.. e potrebbe essere inserito nella catena dei bianchi… poichè si è volontariamente costituito all’ FBI, per comunicare i bug sulla sicurezza dei sistemi da lui violati, qui ritratto in una foto, del 2003 all’ età di 22 anni
  • Kevin Mitnick: Bhè su di lui ci han fatto pure un film… chi non ha visto “TakeDown”?? Quest’ uomo ha esasperato fino ai limiti del possibile la tecnica del Social Engineering (o ingegneria sociale, di cui sicuramente un giorno parlerò) l’ idea che traspare dal suo libro “L’ arte dell’ Inganno” consiste nel fatto che non occore essere esperti di Informatica per appropriarsi di informazioni delicate, basta ricercare la debolezza del fattore umano, sicuramente fin troppo pubblicizzato dai media questo guru dell’ investigazione è stato capace di entrare nei sistemi informatici di molte aziende facendosi dare chiave direttamente dal portiere di turno…

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/2/2d/Kevin_Mitnick_w_Polsce_01_%28ubt%29.png/200px-Kevin_Mitnick_w_Polsce_01_%28ubt%29.png

    • Kevin Poulsen: Dark Dante, amico dei 2 signori sopra… si può vantare di aver hackerato le linee telefoniche della stazione radio di Los Angeles avendoci ricavato niente popò di meno di una Porsche, non gli è bastata a sfuggire dalla polizia segreta..
    • Robert Tappan Morris: Attualmente professore di un Università nel Massachussetts, già figlio di un ricercatore, Robert continua a studiare all’ università, dove crea il Morris Worm il primo Worm rilasciato su Internet, verrà per questo condannato nel 1986, come giustificazione affermerà che l’ ha fatto per testare le capacità di Internet

White Hat Hacker

    • Stephen Wozniak: di origine Polacca ha rivoluzionato il mondo dei computer, si può dire che ha praticamente fondato la Apple Corporation, definito “leggendario” grazie alla sua capacità di ridurre i costi elettronici dei personal computer che ora abbiamo; interessante la citazione a proposito di Kevin Mitnick. Noi esseri umani nasciamo con un’intima propensione a esplorare la natura di quanto ci circonda. Da giovani, sia Kevin Mitnick sia il sottoscritto, eravamo curiosissimi del mondo e smaniosi di metterci alla prova. (citato in L’arte dell’inganno)

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/f/f6/Steve_Wozniak.jpg/180px-Steve_Wozniak.jpg

  • Tim Berners Lee: l’ inventore del World Wide Web, il sistema che usiamo continuamente per accedere a ogni servizio presente sui nostri browser…

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/f/f8/Tim_Berners-Lee.jpg

    • Linus Torvalds e Richard Stallman: Ero ansioso di arrivare a questo punto, in molti articoli che ho trovato sui blog e da cui ho attinto le informazioni per scrivere questo.. ho notato che i 2 personaggi sono separati, mentre si sà che sono molto uniti nello sviluppo di quel grande progetto chiamato Gnu/Linux. Linus come si capisce dal nome è stato l’ ideatore del Kernel Linux, mentre invece Stallman è il fondatore del progetto GNU, per la rivalutazione del software libero in tutto il mondo…

Linus Torvalds Richard Stallman

    • Tsutomu Shimomura: Da molti considerato meno importante degli altri, fù vittima di un attacco da parte di Mitnik e collaborò con l’ FBI per arrestarlo, citato anche nel film “TakeDown”

http://www.journaldunet.com/solutions/securite/dossier/07/1123-piratages-mediatiques/images/TsutomuShimomura.jpg

Torrent – Il miglior modo di fare p2p

Commenti disabilitati su Torrent – Il miglior modo di fare p2p

Questo è il primo intervento di questo mio blog… e voglio dedicarlo ai file .torrent, in quanto li reputo il miglior modo per trovare files in giro per la rete e sopratutto per scaricarli a velocità elevate rispetto ad altri programmi p2p tradizionali come Emule.

I file .torrent sono di piccole dimensioni, una volta scaricati e aperti con l’ apposito programma sono in grado di dare istruzioni al vostro client per scaricare e inviare i vostri frammenti di files.

E’ proprio questo il meccanismo potente del protocollo Bit Torrent, i files a cui siete interessati sono spezzettati in tanti frammenti e ognuno invia i frammenti che ha, e richiede i frammenti che gli mancano, grazie a questa certosina organizzazione ogni nodo della rete partecipa attivamente alla diffusione del files

Ciò che vi serve per apprezzare questa tecnologia è un client che si connetta alla rete Bit Torrent, se avete un computer di medie prestazioni non avrete problemi con Azureus ( reperibile al sito http://azureus.sourceforge.net/ )

Lo installate insieme alla Virtual Java Machine (se ancora non lo avete) e siete pronti per scaricare i files torrent e aprirli pronti al download di ciò che più vi interessa

Sulle distribuzioni Ubuntu è già installato di default il client Transmission, ideale per quei pc dotati di meno risorse hardware, possiede comunque un web-server per essere controllato a distanza o all’ interno di una Lan

Se volete scaricare veloci dovrete cercare i files con maggior numero di Seed (cioè nodi che possiedono il file completo), i torrent si basano sull’ idea come tutti i P2P della condivisione, per questo è molto importante restare in seed (cioè rendere disponibile il file ad altri) anche per molto tempo dopo aver completato il download